Un Faber al giorno – 27 ottobre 2019

de andrè_L'INDIANO

Fiume Sand Creek – Fabrizio De André – album omonimo, detto dell’Indiano

Siamo nel 1981 e prosegue la collaborazione con Massimo Bubola. Il filo conduttore del disco è il confronto tra i popoli sardo e pellerossa, che, pur essendo diversi tra loro, sono minacciati da invasori esterni.

Dell’album fanno parte canzoni famose come Hotel Supramonte, che parla del sequestro subito da Fabrizio e Dori Ghezzi nel 1979 in Sardegna, Quello che non Ho e Se ti Tagliassero a Pezzetti. Per oggi ho scelto Fiume Sand Creek, che narra di un massacro di pellerossa Cheyenne da parte dell’esercito americano, avvenuto nel 1864, nel corso del quale furono uccisi molte donne e bambini. Nella canzone, una ballata in stile folk americano, la storia è raccontata da un bambino pellerossa scampato al massacro che crede si sia trattato di un sogno. Riporto anche il link all’esecuzione, meno ritmica e più “sognata”, di Ligabue nel corso del concerto commemorativo di De André.

 

Fiume Sand Creek – Fabrizio De André

Fiume Sand Creek – Luciano Ligabue

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...