Acquolina in bocca – 5 dicembre 2019

Linguine gambero rosso e vongole veraci

Piatto preparato domenica scorsa, che descrivo oggi così, magari, vi organizzate per l’ormai prossimo weekend.

Premetto che, in genere, prendo il gambero rosso congelato a bordo “Rosso Mazara” che trovo al supermercato dove mi reco abitualmente. Per la pasta (per la verità al super trovo solo quello) uso quello più piccolo, adatto per preparare, appunto, condimenti o per la frittura. Lo preferisco intero perché con le teste preparo un sughettino molto saporito nel quale, poi, far cuocere il gambero sgusciato. Faccio soffriggere un po’ di aglio pestato e della cipolla tritata finemente, aggiungo le teste del gambero, con un po’ di prezzemolo, e le faccio saltare schiacciandole con una forchetta. Appena uscito tutto il sughetto spengo e tengo da parte, dopo aver tolto le teste (che vengono avidamente succhiate prima di finire nella pattumiera, non sia mai che rimanga qualcosa).

Stavolta, però, ho trovato del gambero rosso sgusciato, scontato e in comode vaschette. Ribadisco che è più buono quello intero, ma ogni tanto cedo alle lusinghe della pigrizia, specialmente se incentivato economicamente. In tutto ne avrò preso sui 400 grammi.

Ho fatto appassire quattro pomodorini con dell’aglio pestato

Ho poi aggiunto i gamberi lavati (lo stretto necessario, per non far andare via con l’acqua il gusto del crostaceo). Da quelli più grossi ho tolto il budello della schiena.

20191201_123032626311044.jpg

Ho aggiunto una macinata di pepe e lasciato cuocere il giusto (non fate cuocere troppo il gambero). Intanto avevo fatto aprire le vongole (1/2 Kg) in un tegame, dopo averle tenute a mollo in acqua e sale per tre ore. Le ho sgusciate e aggiunte ai gamberi insieme ad un po’ del loro liquido (per questo non avevo aggiunto del sale ai gamberi). Ho lasciato che il tutto si amalgamasse ed ho aggiunto il prezzemolo tritato e qualche guscio a scopo coreografico.

In questo sughetto ho tuffato la pasta al dente (linguine Poiatti) per farla insaporire per benino (comunque, per pochi secondi). So che i puristi non condivideranno il fatto che io sgusci le vongole, ma vuoi mettere che bello affondare subito la forchetta nel piatto di pasta senza propedeutiche operazioni di sgusciamento?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...