Il brano del giorno – 27 dicembre 2019

pfm isola

L’Isola di Niente – Premiata Forneria Marconi – L’Isola di Niente

Come prima cosa, avrete notato, ho cambiato il titolo della “rubrica”. Da “Un Brano al Giorno” a “Il Brano del giorno”, nel senso che ci potranno essere giorni senza che venga proposto un brano. A seconda dell’ispirazione, del tempo a disposizione, pubblicherò le mie modeste proposte musicali, senza lo stress di dover trovare per forza qualcosa, anche quando non ti viene in mente niente o non hai tempo libero. Spero che questa nuova impostazione dia più risalto alla qualità delle proposte.

Inauguriamo il nuovo corso con un brano della Premiata Forneria Marconi, protagonisti della stagione prog italiana degli anni ’70 e gruppo che, più degli altri, ha riscosso un discreto successo all’estero.

La band è sempre stata composta da eccellenti musicisti, tra i più apprezzati in Italia, ma non ha mai avuto, tranne nel breve periodo di Bernardo Lanzetti, un cantante di rilievo, un front man alla Anderson o Gillan, per intenderci. E questo è un aspetto che viene sottolineato negativamente dalla critica a proposito anche dell’album del brano di oggi, L’Isola di Niente, che viene criticato anche per arrangiamenti approssimativi e una produzione lacunosa. Non per nulla alla PFM viene unanimemente riconosciuta una efficacia decisamente superiore nelle esibizioni dal vivo, anche nei periodi di assenza di un vero cantante.

In realtà, l’album, pubblicato nel 1974, presenta sì delle lacune, ma contiene pezzi molto belli, come quello di oggi, segna l’ingresso in formazione del bassista Patrick Djivas (ex Area, molto bravo) e può vantare la collaborazione di Pete Sinfiled nella stesura dei testi di alcuni brani. Siamo in un periodo di frequenti e fortunati concerti all’estero e l’album è stato inciso anche in inglese con l’etichetta Manticore, quella di Emerson Lake & Palmer.

Il brano che propongo, la title track dell’album, inizia con un coro da chiesa di un paio di minuti (i meno avvezzi a certe atmosfere potranno saltarli), interrotto dalla prorompente chitarra di Franz Mussida e prosegue con continui cambi di ritmo, secondo i classici canoni prog. Si conclude con un arpeggio e la chitarra solista di Mussida che, quasi, ti trasporta con la mente su un’isola, l’Isola di Niente.

L’Isola di Niente – Premiata Forneria Marconi

 

Un pensiero riguardo “Il brano del giorno – 27 dicembre 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...