Inter – Genoa 3 – 0

Missione compiuta! Con un perentorio 3 – 0 viene sbrigata la pratica Genoa e, in attesa dell’incontro dell’Olimpico tra i cuginastri e la Roma, rafforzato il primato, sfruttando anche la battuta d’arresto della Juventus, incapace di cogliere i tre punti a Verona.

La partita si è messa subito in discesa, con lo splendido gol, in stile rugbistico, di Lukaku al primo minuto. In genere temo i gol troppo repentini, perché spesso è accaduto che sia subentrata una sorta di rilassamento, conseguente al pensiero di avere la vittoria in tasca. In realtà, ciò non è avvenuto nel corso del primo tempo, quando abbiamo mantenuto il pieno controllo della partita, sprecando parecchie occasioni per raddoppiare, con il Genoa pericoloso solo in un’occasione, per un pallone sfuggito alla presa di Handanovic, a causa di uno scontro con un compagno.

Nella ripresa, l’Inter ha mantenuto il controllo dell’incontro, anche se con un’intensità inferiore rispetto al primo tempo. Il Genoa, pur non creando pericoli per la porta di Handanovic, ha provato a fare qualcosa di più, ma al 24° Darmian, su assist del monumentale Lukaku, ha scoccato la rasoiata del raddoppio, blindando il risultato. Dieci minuti più tardi, raccogliendo di testa una respinta su tiro dello stesso Lukaku, Sanchez ha triplicato, chiudendo definitivamente ogni discorso.

Per quanto riguarda i singoli, tutti i giocatori hanno giocato un’ottima partita. In termini di voti, mi sentirei di attribuire a tutti un giudizio tra il 6,5 e il 7, con la positiva eccezione di Lukaku, meritevole di un bel 8. La squadra ha mostrato una difesa molto solida, un centrocampo capace di contrastare e costruire e un attacco incisivo e che partecipa al gioco. Molto positivo il senso del gruppo dei ragazzi, che giocano compatti, aiutandosi l’uno con l’altro e imbastendo azioni corali. Eriksen sembra ormai definitivamente inserito e il suo apporto, in termini di qualità di gioco, può essere considerato uno degli elementi fondamentali dell’attuale efficacia della manovra dei nerazzurri. Il Genoa non mi è dispiaciuto, almeno rispetto alla squadra sconclusionata vista all’andata. Ballardini sta facendo un buon lavoro. L’arbitraggio mi è piaciuto poco per un rigore su Lautaro non concesso e per aver fischiato, in parecchie occasioni, falli incomprensibili ai nostri danni.

L’aver consolidato il primato fa ben sperare per il prosieguo del campionato. L’imperativo adesso è mettere fieno in cascina e mantenere un margine che ci salvaguardi di fronte a cali di condizione e episodi poco limpidi, sempre possibili se i torinesi resteranno in corsa. Avanti così!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...