Visto in TV – Màkari – È solo un gioco

Attesissimo, il terzo episodio della fiction tratta dai racconti e dai romanzi di Gaetano Savatteri, non tradisce. Altra bella puntata, caratterizzata, oltre che da un soggetto azzeccato, da un cast di livello, che si muove in uno scenario naturale incantevole.

La puntata inizia con l’incidente stradale in cui perde la vita Franco Rizzo, calciatore provetto e cugino di Saverio. Il giornalista non vedeva da tempo il parente, ne ha un ricordo sfuocato e, per la sua ritrosia verso le situazioni spiacevoli, non vorrebbe andare al funerale. Fin dalla scomparsa della madre, ha sempre avuto questa tendenza a rimuovere i momenti tristi, ma il padre, insistendo parecchio, lo convince a partecipare alle esequie. A quel punto, cominciano ad affiorare, in Saverio, i ricordi del cugino e, grazie anche alla scoperta di altre circostanze, si convince che non si sia trattato di un incidente, bensì di un omicidio. La Manna comincia quindi a cercare gli indizi che confermino la sua sensazione, rivolgendo le sue attenzioni al mondo delle scommesse clandestine.

Parallelamente, Suleima riceve la proposta di un colloquio di lavoro a Milano e se la cosa andrà in porto, dovrà lasciare Makàri. Il fatto, in sé positivo, intristisce Saverio e mette alla prova la solidità della coppia.

Ho la sensazione che questa fiction cresca puntata dopo puntata. Quella di ieri mi è sembrata la migliore delle tre finora trasmesse, pur essendo tratta da un racconto, elaborato di minor respiro rispetto al romanzo. Quest’ultimo, infatti, consente, oltre ad una maggior dovizia di particolari, lo sviluppo di una trama più articolata. La storia di ieri sera mi è parsa, comunque, meno scontata delle precedenti, in sospeso fino all’ultimo, capace di tenerti sul filo.

Per il resto, ho ritrovato la solita leggerezza, l’incalzante ironia, le battute serrate, qualche circostanza da commedia. Non mancano, però, momenti di introspezione, di interpretazione dei sentimenti, di riferimenti a situazioni sociali e di costume. Un corretto mix di intrattenimento puro e riflessione su problematiche più serie. Lunedì prossimo si concluderà la serie con “La Fabbrica delle Stelle”, per me il miglior romanzo di Savatteri, tra quelli dedicati a La Manna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...