Inter – Sassuolo 2 – 1

Altra vittoria sofferta, per il tipo di gioco del Sassuolo e per le difficoltà a ripartire che abbiamo avuto nella ripresa, tranne in occasione del raddoppio e negli ultimi dieci minuti, quando a difettare è stata la precisione nelle conclusioni o nelle scelte di passaggio.

Il Sassuolo è arrivato a Milano con parecchie defezioni, ma ha ugualmente interpretato il suo solito canovaccio, fatto di un possesso palla asfissiante cui l’Inter si è adattata, chiudendo tutti gli spazi e cercando di ripartire in contropiede. I nerazzurri hanno chiuso ogni varco magistralmente e gli emiliani, fino al gol di Traorè, non sono mai stati pericolosi. Al contrario, già al 10°, Lukaku aveva messo a segno il primo gol di testa del suo campionato, sfruttando un bel cross di Young. La partita è continuata con il Sassuolo che palleggiava fino al limite dell’area, senza concludere per l’efficace opposizione dei nerazzurri, che, però, ogni tanto si abbassavano troppo. Al 67°, dopo una trattenuta in area di De Vrji, che l’arbitro ha fortunatamente valutato di irrilevante entità, un altro contropiede fulminante, orchestrato da Lukaku, ha portato al raddoppio di Lautaro. Se la partita non era stata fin lì esaltante, almeno il risultato era rassicurante. A rendere tutto più elettrizzante, anche se ne avrei fatto a meno, è stato il gol del Sassuolo, quando mancavano cinque minuti al 90°, causato da una palla persa sciaguratamente da Hakimi. Gli ultimi nove minuti sono stati una sofferenza cui non mi abituerò mai, anche se la mia squadra mi tiene costantemente allenato.

Sul fronte dei singoli, segnalo la positiva prestazione di Young, tornato finalmente su buoni livelli. Hakimi, invece, continua il suo momento no, non solo per l’errore sul gol del Sassuolo. Buona la prova dei difensori, anche se la trattenuta di De Vrji è una sciocchezza immane che poteva costarci csro. Una sicurezza il rendimento della LuLa, decisivi in avanti e utilissimi nella fase di prima copertura.

Questa vittoria, per quanto sofferta, ci proietta ad un vantaggio di undici punti sulla seconda. La classifica è rassicurante, ma occorre restare sul pezzo e recuperare brillantezza. Il rientro di Brozovic e Bastoni, anche se mancherà Barella, già dalla prossima partita, può aiutare molto. Speriamo di continuare a macinare punti, magari soffrendo meno. Per ora, avanti così!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...