Salernitana – Inter 0 – 5

Vittoria straripante in una partita senza storia, contro un avversario troppo inferiore all’Inter di questo periodo. La Salernitana, squadra ben organizzata, che paga la pochezza manifesta degli interpreti, ha fatto da sparring partner per la sgambatura dei nerazzurri, apparsi sin da subito manifestamente superiori. Il risultato non è mai stato in discussione, ma non ci si è mai annoiati perché i ragazzi di Inzaghi giocano un calcio molto gradevole, sia quando dialogano sullo stretto, sia quando allargano il gioco o effettuano repentini cambi di campo.

La cronaca non merita eccessivi approfondimenti. Chiuso il primo tempo con il doppio vantaggio, determinato dai gol di Perisic e Dumfries, i nerazzurri hanno dilagato nella ripresa con Sanchez, Lautaro e Gagliardini. A questi gol, tutti di pregevole fattura, la Salernitana ha opposto solo un paio di azioni pericolose, di cui una sventata da Handanovic, per il resto praticamente inoperoso, che mette in carniere un altro clean sheet.

Sul fronte dei singoli, tutti hanno offerto una prestazione ben sopra la sufficienza. Da segnalare l’ulteriore crescita di Dumfries e la conferma di Calhanoglu, provato anche come vice Brozovic. A voler cercare il pelo nell’uovo, non mi è piaciuto l’atteggiamento di Barella, ammonito per un fallo inutile a centrocampo e molto nervoso in altre circostanze.

In questo momento siamo una bella squadra. Pressing, fraseggi, schemi adeguati sui calci piazzati, copertura ottimale del campo. Nonostante qualche imprecisione sotto porta, segniamo caterve di gol, mandando a segno parecchi giocatori, a testimonianza di un gruppo ben assortito e coeso. Dobbiamo solo fare i complimenti al mister e ai ragazzi, oltre che alla società, che li ha messi in condizione di far bene, dopo una difficilissima estate. Essere così brillanti per tutto il campionato non sarà facile, ma le premesse per chiudere bene il girone di andata e passare delle feste serene, almeno sotto il punto di vista calcistico, ci sono tutte. I mesi di gennaio e febbraio saranno impegnativi, ma abbiamo i mezzi per poterli affrontare al meglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...