Inter – Venezia 2 – 1

Partita sudatissima, contro ogni previsione, data la differenza di classifica, il fatto che si giocava al Meazza e le tante assenze del Venezia. I lagunari hanno mostrato un’ottima organizzazione di gioco, solidità difensiva e capacità di pungere in avanti, ma le preoccupazioni, per i tifosi interisti, nascono da una prestazione non all’altezza, pur schierando tutti i titolari, al contrario della partita con l’Empoli in Coppa Italia. L’impressione è che, a furia di supplementari e vacanze, la squadra viva un momento di forma non eccelsa. Non credo alla possibilità che i ragazzi abbiano giocato con supponenza, viste le condizioni favorevoli di partenza e spero che le ultime incerte prestazioni siano figlie di un calo fisico, magari correlato ad un richiamo di preparazione, piuttosto che di un’involuzione di gioco e mentalità.

Già dall’inizio si capisce che la partita non sarà facile. Il Venezia si dispone a difesa della propria porta e copre bene il campo, non disdegnando ficcanti contropiedi. L’Inter esercita una costante, ma sterile, supremazia territoriale e, come spesso accade in questi casi, subisce il gol veneziano, su colpo di testa di Henry, al 19°. Da dire che Skriniar, colpevolmente, si perde l’attaccante avversario e che Handanovic appare poco reattivo sul tiro. L’Inter continua ad esercitare pressione, ma il gioco si sviluppa troppo lentamente e per vie centrali, rendendo facile la vita ai difensori lagunari. Per fortuna, al 40°, Barella trova il pari, ribadendo in rete la respinta del portiere su un bel tiro di Perisic. Il pari sembra frutto di una situazione estemporanea e il primo tempo si chiude sull’1 – 1.

Nella ripresa, l’andazzo non cambia. L’Inter continua a premere, ma lo fa in modo confusionario, senza riuscire ad arrivare a conclusioni pericolose, a parte un paio di occasioni sprecate, mentre il Venezia non rinuncia al contropiede. Nessun effetto sortiscono i cambi di Inzaghi, che sostituisce, tra gli altri, Barella, Brozovic e Lautaro. Quando ormai la partita sembra incanalata verso un deludente e inaspettato pareggio, arriva il provvidenziale gol di Dzeko che insacca, di testa, su uno splendido cross del subentrato Dumfries. Siamo al 90° e, dopo che Vidal si divora il gol del 3 – 1, arriva il triplice fischio che sancisce la conquista di tre punti d’oro.

Sul fronte dei singoli, parecchi nerazzurri sono apparsi sotto tono. Detto di Handanovic e Skriniar, buona partita di De Vrji, che ha fatto a sportellate con Henry senza rinunciare ad impostare, e sufficiente quella di Bastoni, ammonito e poi sostituito da Dimarco. Sufficienti gli esterni di partenza e buona prova di Dumfries, non fosse altro che per lo spunto sulla fascia ed il cross per il gol di Dzeko. Brutta prestazione del confusionario Brozovic, mentre mi sono sembrati sufficienti Calhanoglu e Barella. In attacco, non pervenuto, come spesso accaduto in questo scorcio di stagione, Lautaro e impreciso, almeno fino al gol, Dzeko. Il bosniaco ha lavorato molto a cucire il gioco offensivo, ma ha mostrato delle imprecisioni sulle conclusioni che, visto il finale, gli perdono.

La sosta per le nazionali casca a fagiolo per recuperare energie fisiche e mentali, a patto che nessuno torni acciaccato dagli impegni con la squadra del proprio paese. Vincere, partite di campionato o trofei o turni eliminatori, in queste condizioni consente di mettere fieno in cascina, in vista dei prossimi gravosi impegni, che andranno affrontati in migliori condizioni. Il recupero di brillantezza deve essere l’obiettivo principale delle prossime settimane, insieme a dei ritocchi della rosa, che consentano, anche tenendo conto degli infortuni, di integrare, almeno, il reparto avanzato. Lo stesso centrocampo avrebbe bisogno di essere integrato, anche se la mancata partenza di Sensi rende meno impellente l’intervento. Piuttosto, non capisco perché, anche ieri, l’ex Sassuolo non abbia trovato spazio e, per i cambi, gli siano stati preferiti Vidal e Vecino.

2 pensieri riguardo “Inter – Venezia 2 – 1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...