Cagliari – Inter 1 – 3

Partita, sulla carta, insidiosa, perché il Cagliari aveva disperato bisogno di vincere per salvarsi, mentre l’Inter veniva dai 120 minuti di mercoledì, dai relativi festeggiamenti e il risultato della partita del Milan, giocata e vinta alle 18, poteva aver creato un’atmosfera di smobilitazione. In verità, il Cagliari, forse già rassegnato o per limiti tecnici e mentali, non mi è sembrato animato dal sacro fuoco e l’Inter, che ha fornito una prestazione cinica e ha messo a frutto la superiorità tecnica, ha controllato e colpito, senza dover dar fondo alle sue compromesse risorse fisiche.

Continua a leggere “Cagliari – Inter 1 – 3”

Inter – Juventus 4 – 2 d.t.s. (Finale Coppa Italia)

Coppa Italia portata a casa dopo undici anni, battendo per la terza volta in stagione i gobbi, con due rigori (netti). Serata da incorniciare e da ricordare, perché ieri sera abbiamo fatto sì che i piemontesi abbiano concluso la stagione a zero tituli e conquistato un trofeo che arricchisce la bacheca e ci permette di adornare la nostra amata divisa con un’altra coccarda. L’emozionante vittoria non lenisce il rammarico per uno scudetto, forse, buttato alle ortiche (a proposito, auguri ai cuginastri per i prossimi due match di campionato), ma costituisce un risultato apprezzabile, non scontato ad agosto scorso.

Continua a leggere “Inter – Juventus 4 – 2 d.t.s. (Finale Coppa Italia)”

Inter – Empoli 4 – 2

Partita portata a casa con tanta sofferenza, molto più di quanto non fosse prevedibile. Tra gli aspetti positivi, metto i tre punti e la reazione ad un inizio del match da incubo, ma restano forti dubbi sulla forza mentale di questa squadra e della conduzione tecnica, perché un approccio così scarico non è ammissibile in questa fase della stagione e con gli obiettivi ancora in bilico.

Continua a leggere “Inter – Empoli 4 – 2”

Udinese – Inter 1 – 2

Un’Inter non brillantissima coglie i tre punti sul difficile campo di Udine, che consentono di sperare ancora. Certo, dopo il harakiri di Bologna, non sarà facile recuperare tre punti ai cuginastri, anche oggi vittoriosi grazie ad un errore difensivo degli avversari. Tre punti sudati, sofferti e non scontati. Magari avessimo colto lo stesso risultato a Bologna, dove non avevamo giocato peggio ed eravamo stati puniti per una incongrua scelta di posizionamento dei difensori e per una papera del portiere, nell’occasione quello di riserva. Non dovessimo vincere lo scudetto, i rimpianti per la serata di Bologna sarebbero tanti e non inferiori a quelli per il rendimento deficitario dei primi mesi dell’anno.

Continua a leggere “Udinese – Inter 1 – 2”

Bologna – Inter 2 – 1

Harakiri perfetto e de profundis. C’è poco da dire. Al momento di spiccare il volo, ci siamo schiantati, come una qualsiasi squadra allenata da Spalletti. Archiviamo questo campionato, che resterà nella nostra storia come una grande occasione persa. Vero che ad inizio stagione eravamo accreditati, al massimo, di un posto in Champions, ma, dopo un girone di andata nel quale avevamo fatto meglio dell’Inter scudettata di Conte, ci si poteva aspettare di più, anche perché la concorrenza, quest’anno, era veramente di basso livello. Complimenti, comunque, al Milan che, con quattro zucchine e due peperoni, porta a casa il campionato, scrivendo il suo nome sull’albo d’oro, unica cosa che resta.

Continua a leggere “Bologna – Inter 2 – 1”

Appena letto – L’Assassino scrive 800A – Francesco Bozzi

Francesco Bozzi è uno degli autori di Rosario Fiorello. Dopo aver ascoltato un’intervista radiofonica, nella quale si promuoveva un suo romanzo, decisi di leggere le gesta del commissario Mineo, incuriosito, tra le altre cose, dall’ambientazione, a Cinisi, della storia. Il paese, in provincia di Palermo, è noto per essere stato teatro della vicenda di Peppino Impastato, giornalista e attivista politico ucciso dalla mafia, a fine anni ’70, per le sue battaglie civiche e politiche. E lo stesso Impastato fa capolino tra le righe di questo primo romanzo del Bozzi, quando il commissario Mineo si intestardisce nel voler verificare la distanza in passi (cento) tra la casa di Peppino e quella del boss mafioso Badalamenti.

Continua a leggere “Appena letto – L’Assassino scrive 800A – Francesco Bozzi”

Inter – Roma 3 – 1

Altra vittoria di autorità, per risultato e gioco espresso, contro un avversario dato in forma smagliante, dopo aver totalizzato ventisei punti in dodici partite. La risposta ad un impegno probante è stata molto confortante e autorizza a pensare che il periodo nero sia definitivamente alle spalle e che, da qui fino alla fine, l’Inter sarà altamente competitiva.

Continua a leggere “Inter – Roma 3 – 1”

Spezia – Inter 1 – 3

Al termine di una gara giocata a ritmi non altissimi, l’Inter torna a casa dal Picco con il bottino pieno. I ragazzi, forse anche pensando al derby di martedì, giocano al piccolo trotto, ma con il piglio della squadra forte e cinica. La mia impressione è che, di fronte ad avversari di livello più alto, sarà necessario fare di più, ma l’oculata amministrazione delle risorse, a questo punto della stagione, è importante.

Continua a leggere “Spezia – Inter 1 – 3”

Visto al cinema – C’mon C’mon

Il ritorno sul grande schermo di Joaquin Phoenix, dopo Joker, era un motivo sufficiente per dedicare la serata al cinema a questo film. La scelta si è rivelata azzeccata, perché il lungometraggio mi è sembrato un esempio di ottimo cinema, con l’affascinante bianco e nero, una notevole fotografia, interpretazioni di alto livello. Peccato che il film sia stato un po’ “pesante”, a volte ripetitivo, in sostanza, ostico.

Continua a leggere “Visto al cinema – C’mon C’mon”