Visto al cinema – The French Dispatch

Un film molto particolare, di quelli che qualcuno può amare, al contrario di altri, che potrebbero non gradire. Avendo già visto Gran Budapest Hotel, la cifra stilistica di Wes Anderson, regista dell’opera, non mi ha colto di sorpresa, come è successo a mia moglie, cui il film non è piaciuto. Penso che un lavoro così avrebbe bisogno di essere metabolizzato, per poterlo apprezzare.

Continua a leggere “Visto al cinema – The French Dispatch”

Visto al cinema – La Scelta di Anne

Siamo arrivati a scegliere di vedere questo film, invogliati dal fatto che aveva vinto sl Festival di Venezia. Le alternative, Il Bambino Nascosto, con Silvio Orlando, e Freaks Out, diretto da Mainetti, già regista di Lo Chiamavano Jeeg Robot, non convincevano del tutto. Il primo perché abbiamo già visto, in questo autunno, molti film in qualche modo legati a Napoli, di cui almeno uno con Orlando, e volevamo cambiare ambientazione. Il secondo perché non mi fanno impazzire i film con contenuti, anche parzialmente, fantasy. La cosa che più ci ha colpito è che, allo spettacolo del sabato alle 21.45, in una sala non piccola del cinema in centro città, ci fossero solo tre spettatori, noi due compresi, a vedere il film vincitore di Venezia. Una tristezza infinita.

Continua a leggere “Visto al cinema – La Scelta di Anne”

Visto al cinema – Ariaferma

Non avevo mai visto alcun film di Leonardo Di Costanzo e, documentandomi su internet, ho scoperto che ha fatto spesso il direttore della fotografia. Infatti, alcune inquadrature sono molto belle ed originali, direi artistiche. Il film, girato quasi interamente in un carcere dismesso, affronta l’importante argomento della vita carceraria e dei rapporti tra le persone che che popolano quel mondo. Lo scorrere della storia è un po’ lento, ma il tratteggio dei personaggi è molto profondo e particolareggiato.

Continua a leggere “Visto al cinema – Ariaferma”

Visto al cinema – Qui Rido Io

Questo sabato dovevamo scegliere tra l’ultimo di Moretti e Qui Rido Io. Siccome quest’ultimo è uscito da più tempo e potrebbe sparire dalle programmazioni nel giro di poco, abbiamo optato per il film su Eduardo Scarpetta. Tra l’altro, Martone mi piace molto per l’accuratezza delle ambientazioni, i costumi e le belle storie che racconta.

Continua a leggere “Visto al cinema – Qui Rido Io”

Visto al cinema – Il Silenzio Grande

Alessandro Gassmann aveva già diretto a teatro questo testo di Maurizio De Giovanni. Lo stesso regista ha proposto questa versione cinematografica al Festival di Venezia. La derivazione teatrale del film è evidente e la cosa risulta gradevole, anche per la bravura degli interpreti: Gallo, Buy, Confalone e compagni forniscono una prova recitativa di prim’ordine.

Continua a leggere “Visto al cinema – Il Silenzio Grande”

Visto al cinema – Welcome Venice

Non andavamo al cinema da un anno e mezzo e, sabato sera scorso, è stato emozionante tornarci dopo tanto tempo. Il cinema Capitol di Monza, unica sala rimasta in città, grazie alla trasformazione in multisala (5 piccole salette) e all’appartenenza al gruppo Anteo, ci aveva concesso, con scadenza a fine novembre, di recuperare le visioni pre pandemia del vecchio abbonamento. Questa circostanza e l’uscita di nuovi film presentati a Venezia ha costituito una buona spinta a tornare a vivere le produzioni cinematografiche nel luogo più adatto a godersele: il cinema.

Continua a leggere “Visto al cinema – Welcome Venice”

Film al cinema – Parasite

Parasite

Scelta obbligata del sabato sera, vista l’incetta di oscar di questo film sud-coreano, diretto da Bong Joon-ho, che vanno ad aggiungersi alla Palma d’Oro del Festival di Cannes del 2019. Stavolta non c’è stata alcuna discussione in famiglia in merito alla scelta, per il clamore suscitato dalla notte degli Oscar e perché, sotto sotto, mia moglie voleva far decidere me per poter discutere, da brava dolce metà, il film prescelto. Continua a leggere “Film al cinema – Parasite”

Film al cinema – Judy

judy

Questa volta l’ha spuntata mia moglie, come spesso accade per la mia incolumità. Dirò subito che il film non mi ha esaltato, ma non mi è dispiaciuto, diciamo che non mi ha fatto né caldo né freddo. Diretto dal regista inglese Rupert Goold, è tratto da un dramma teatrale incentrato sugli ultimi mesi di vita dell’attrice e cantante Judy Garland, interpretata da Renée Zellweger. Continua a leggere “Film al cinema – Judy”

Film al cinema – 1917

1917

Scelta di ripiego e non è la prima volta. Avrei voluto vedere Richard Jewell o Sorry We Missed You, ma gli orari delle proiezioni non erano in linea con i nostri impegni (vedrò di rimediare durante i giorni feriali o approfittando di qualche rassegna). Alla fine è andata bene, perché il film ci è piaciuto (di più a mia moglie che era, al contrario, scettica riguardo la scelta).

Continua a leggere “Film al cinema – 1917”